La cataratta

   
Il ciclo vitale del cristallino
L'intervento di cataratta
Quali sono le cause
Domande e risposte

hhhhh
La cataratta pediatrica


Quali sono le cause?
La cataratta può essere presente già dalla nascita, può insorgere per un trauma oculare o per una crescita anormale del cristallino.

Qual'è il trattamento?
Per le cataratte congenite non esiste alcun trattamento con farmaci. Quando le opacità del cristallino sono solo parziali e non interferiscono con la visione, basta un controllo periodico per valutarne l'eventuale evoluzione. Nei casi più severi, l'unico rimedio è la chirurgia. La gestione di un piccolo paziente con cataratta è però particolarmente delicata a causa del rischio di "ambliopia" (occhio pigro).

Cos'è l'ambliopia?
Per ambliopia si intende un occhio che non ha sviluppato il proprio potenziale visivo. Per maturare correttamente, infatti, il sistema visivo ha bisogna che il cervello riceva dagli occhi delle immagini di buona qualità. Se questo non avviene, ad esempio a causa di una cataratta, la capacità visiva non matura pienamente. La rimozione del cristallino opaco rappresenta, però, solo il primo passo del trattamento; è infatti fondamentale ottenere una correzione ottica adeguata, che fornisca cioé delle immagini ben focalizzate. Nel caso di una cataratta monolaterale è necessario praticare in modi e tempi variabili l'occlusione (bendaggio) dell'occhio che vede bene, per forzare l'uso di quello più debole.

Come avviene l'intervento?
L'intervento avviene mediante tecnica "microchirurgica", e si pratica in anestesia generale. Essendo il cristallino dei bambini molto soffice, anche quando opaco, la sua aspirazione avviene attraverso una piccola incisione chirurgica.

Come si corregge la perdita del cristallino naturale?
Il cristallino naturale è una lente molto potente che deve essere sostituita per mettere a fuoco le immagini sulla retina diminuendo il rischio di ambliopia. Per la correzione ottica si possono utilizzare:

Occhiali. Costituiscono un sistema di correzione valido per coloro che sono stati operati di cataratta in entrambi gli occhi. L'occhiale correttivo su un solo occhio provoca invece una forte differenza di dimensione dell'immagine che risulta molto ingrandita rispetto a quella dell'occhio non operato, ed è perciò mal tollerata.

Lenti a contatto. Esistono vari tipi di lenti a contatto. La scelta dipende dalla forma dell'occhio, dalla sua tolleranza alla lente, dalla abilità dei genitori e poi del bambino nel manipolare la lente stessa.

Lente intraoculare. Le lenti intraoculari non vengono usate frequentemente nei bambini sotto i 2 anni perché l'occhio cresce ancora cambiando di conseguenza il potere della messa a fuoco, mentre la lente intraoculare non si modifica. Per questo motivo l'introduzione del cristallino artificiale può essere ritardata rispetto all'intervento di estrazione della cataratta. Nei bambini in cui è colpito un solo occhio occorre insistere con l'uso delle lenti a contatto e dell'occlusione.