Il glaucoma

 
 

La pressione oculare
Il glaucoma
Irodotomia YAG laser
Consigli da seguire

 
 
 
 
Cos'è l'umore acqueo


La pressione intraoculare
L'occhio si comporta come una palla semielastica riempita di liquidi, i quali circolano continuamente. Se la quantità di liquido prodotta non pareggia la quantità riassorbita si verifica un accumulo. Come in un pallone troppo gonfio, questo provoca un aumento della pressione interna. La pressione interna dell'occhio o pressione intraoculare corrisponde quindi alla tensione del bulbo oculare. Il liquido che scorre all'interno dell'occhio responsabile della pressione intraoculare è detto "umore acqueo".

Dove si scarica l'umore acqueo?
L'umore acqueo viene prodotto dietro l'iride e fluisce in avanti attraverso la pupilla; le vie di scarico dell'umore acqueo sono situate in corrispondenza dell'angolo interno che si forma fra la cornea e la faccia anteriore dell'iride. Ovviamente non sono visibili ad occhio nudo ma possono essere paragonate ad un filtro microscopico situato proprio al fondo dell'angolo, in una specie di grondaia, al di là della quale i canali di scarico si dirigono attraverso la parete del bulbo oculare ove i liquidi vengono riassorbiti. L'umore acqueo infatti non ha nulla a che fare con la formazione delle lacrime.

Cos'è il glaucoma
Il glaucoma è una malattia del nervo ottico. Questo di solito viene danneggiato da una pressione intraoculare troppo alta. Il nervo ottico è assimilabile ad un cavo di trasmissione che collega la retina al cervello ed è costituito da un fascio di fili detti "fibre nervose", oltre un milione per ciascun occhio. Il punto di collegamento di questo cavo con la parte posteriore dell'occhio è chiamato "papilla". La salute della papilla dipende dalla circolazione del sangue e delle sostanze nutritive. Questa viene rallentata ed ostacolata quando la pressione oculare diventa troppo alta. Ogni fibra del nervo ottico trasporta una parte del messaggio visivo dalla retina al cervello, dove si compongono le immagini dell'ambiente che ci circonda. Il "campo visivo" è la parte di ambiente circostante entro la quale riusciamo a percepire immagini senza bisogno di spostare la direzione dello sguardo.